MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
Martedì
14:59:15
Aprile
26 2022

SPRING ATTITUDE: la line up completa dell'edizione 2022, il 16 e 17 settembre agli Studi di Cinecittà a Roma

72 - HOUR POST FIGHT | THE BLESSED MADONNA | CALIBRO 35 plays MORRICONE | CENTOMILACARIE | CERI | CHARLOTTE ADIGÉRY & BOLIS PUPUL | COSMO | DITONELLAPIAGA | ELLEN ALLIEN | FULMINACCI | GINEVRA NERVI | IOSONOUNCANE | THE LADDER CLOUD THING | MARCO CASTELLO | NU GENEA invites KOKOROKO
POST NEBBIA | RED AXES | SAMA' ABDULHADI | TODD TERJE | VENERUS | WHITEMARY

View 529

word 1.1K read time 5 minutes, 36 Seconds

Dai mostri sacri dell’elettronica mondiale ai migliori rappresentanti del pop più innovativo ed eterogeneo, passando per i protagonisti della nuova scena italiana. Fra live e dj set, performance e installazioni, musica e arte digitale, workshop e incontri fra artisti e il pubblico, oltre venti progetti artistici divisi in due serate in cui abbandonarsi estaticamente, circondati da suggestivi simulacri che hanno formato l’immaginario di tutti. Dopo aver annunciato nelle scorse settimane i primi artisti in programma, Spring Attitude completa la line up e presenta il programma integrale dell’undicesima edizione del festival internazionale di musica e cultura contemporanea, che si svolgerà il 16 e 17 settembre a Roma negli Studi cinematografici di Cinecittà.

Spring Attitude torna dunque alla sua forma festival dopo due anni di sospensione pandemica con un titolo in sintonia con il generale clima di ripartenza e rinascita dello spettacolo dal vivo: Restart the Future. Riavviare il futuro. Ripensarlo e ridisegnarlo per immaginare orizzonti inediti attraverso la musica e l’espressione artistica, seguendo le possibili traiettorie generate da quelle parole d’ordine ormai davvero indispensabili: inclusività, sostenibilità, internazionalizzazione. Un titolo che è un manifesto di intenzioni ma anche un invito al pubblico, nella prospettiva di ritrovare la dimensione di comunità e la volontà di muoversi insieme verso traguardi comuni. E agli artisti, chiamati a sensibilizzare le coscienze, attraverso performance sonore e installazioni multimediali, sul versante dell’accessibilità delle opere, della multidisciplinarietà dei linguaggi e dei contenuti legati anche ai temi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

E quale luogo migliore per far ripartire il futuro se non gli storici Studi cinematografici di Cinecittà, arrivati alla fama mondiale negli anni a ridosso del boom economico grazie alle straordinarie ricostruzioni del mondo antico nei celebri peplum movies? Una location fortemente simbolica scelta per attivare un nuovo senso, in un postmoderno cortocircuito di immaginari.

Il dance floor fra femminismo, attivismo #LGBT e impegno sociale dell’americana The Blessed Madonna e l’electro-pop di matrice politica del duo belga Charlotte Adigéry & Bolis Pupil che nel loro ultimo disco, Topical Dancer, fanno ballare ragionando su temi come appropriazione culturale, parità di genere e razzismo. Il punk-urban anarchico del talento esordiente Centomilacarie e Cosmocon la sua malinconica e, al tempo stesso, gioiosa fusione fra canzone d’autore e clubbing e il pop fluido della vera rivelazione della musica italiana di quest’anno Ditonellapiaga, fresca della sua ultima uscita discografica Camouflage, un tripudio di stile ed eclettismo sonoro che nella sua versione live sta già infiammando i palchi di mezza Italia; il cantautorato indie di Fulminacci, che in poco più di due anni si è imposto come un vero protagonista della nuova scena italiana, vincendo anche il Premio Tenco con il suo album d’esordio ma anche gli arditi flussi sperimentali di Iosonouncane che in ogni live lascia il pubblico a bocca aperta. A rapire il pubblico del festival ci penseranno poi anche i Post Nebbia con la loro neo-psichedelia postmoderna dagli accenti esoterici; i Red Axes, duo israeliano in grado di far dialogare elettronica e post-punk, disco e garage, rock e techno; e le sonorità meditative intrise di misticismo di The Ladder Cloud Nothing, coppia di producer composta dai romani Filippo Nardini e Michele Di Martino. A chiudere la line up della prima giornata, venerdì 16 settembre, il norvegese Todd Terje e il suo sound nu-disco.

(Post Nebbia - ph. Ilaria Ieie)

(Charlotte Adigéry & Bolis Pupul - ph. Camille Vivier)

(Ellen Allien - ph. Stini Roehrs)

Il gusto per la ricerca, l’avanguardia e la scoperta di nuove tendenze, l’ibridazione stilistica, la contaminazione espressiva, l’internazionalità della proposta, la parità di genere e il sostegno ai giovani artisti sono gli elementi identitari che in oltre dieci anni di attività hanno reso Spring Attitude un punto di rifermento per le nuove sonorità di tutto il mondo. E che daranno forma alla programmazione anche della seconda serata, quella di sabato 17 settembre. A partire dall’iperbolico crossover dei 72 Hour Post Fight, progetto collaborativo targato La Tempesta Dischi e firmato da Fight Pausa e Palazzi D’Oriente, che trova la giusta armonia fra jazz, math rock, emo, ambient e downtempo. Fra gli eventi più attesi del festival, l’esibizione dei Calibro 35, band composta da musicisti di altissimo profilo che ormai da anni incanta il pubblico internazionale con un funky-soul cosmico dagli echi exploitation e che a Spring Attitude celebrerà il mito di Ennio Morricone. Se c’è invece qualcuno che può celebrare il dancefloor come esperienza collettiva e profonda, quello è Ceri, musicista e producer fra i più influenti in questo momento (già al fianco di artisti come Mahmood, Salmo, Coez e Calcutta) che al festival presenterà il nuovo progetto in progress Waxtape. Indiscussa protagonista della serata sarà anche un’artista che non ha certo bisogno di presentazioni, la regina dell’elettronica mondiale Ellen Allien, ormai di casa al Festival. Cinema, videoarte, atmosfere distopiche e sonorità ambient si incontrano invece nelle creazioni di Ginevra Nervi, compositrice e musicista fondatrice del collettivo tutto al femminile Poche e autrice di una musica che è stata definita la colonna sonora dell’immediato futuro. Il mood cambierà completamente con una delle altre performance più attese di questa edizione, dove a farla da padrone sarà l’inconfondibile groove funky-dance dei Nu Genea che presentano il loro nuovo format Nu Genea invite con cui ospitano un artista internazionale diverso per ogni tappa live e che sul palco di Spring saranno insieme a una delle più sorprendenti formazioni della nuova scena jazz e afrobeat inglese, i Kokoroko. Pop, funk, jazz e blues sono le coordinate all’interno delle quali si muove il talentuoso polistrumentista siracusano Marco Castello mentre a far volare la techno sopra i territori di confine fra sacro e profano ci penserà la prima dj donna palestinese ad affermarsi nei dancefloor di tutto il mondo Sama’ Abdulhadi. Le ultime pennellate a questo straordinario affresco musicale arrivano per mano di altri due artisti italiani di spicco: il venerabile Venerus con la sua world music allucinata e psichedelica che si nutre di R’N’B, soul e funky-jazz, e l’ipnotica autrice, compositrice, producer e musicista Whitemary che con maestria lega indissolubilmente la cassa dritta alle melodie incantatrici.

L’edizione 2022 di Spring Attitude, infine, sarà anticipata il 10 settembre dall’attesissimo concerto del compositore e producer islandese Ólafur Arnalds in Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone: un grande evento realizzato con Romaeuropa Festival e presentato nell’ambito della sua trentasettesima edizione.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / SPRING A...à a Roma
from: ladysilvia
by: UNIPR