Giovedì
17:28:06
Dicembre
15 2022

L'OCSE pubblica l'accordo sull'accesso del governo ai dati personali

View 4.5K

word 1.3K read time 6 minutes, 35 Seconds

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ("OCSE") ha annunciato, il 14 dicembre 2022, l'adozione della Dichiarazione dell'OCSE sull'accesso del governo ai dati personali detenuti da entità del settore privato. In particolare, l'OCSE ha evidenziato che 38 paesi e l'UE hanno aderito alla Dichiarazione, che chiarisce in che modo le forze dell'ordine e la sicurezza nazionale possono accedere ai dati personali nell'ambito dei quadri giuridici esistenti. Inoltre, la Dichiarazione prende atto dell'impegno a liberare i flussi di dati per promuovere la fiducia degli individui e delle imprese sui trasferimenti di dati transfrontalieri.

Più specificamente, l'OCSE ha sottolineato che la Dichiarazione rifiuta qualsiasi approccio da parte dei governi per accedere ai dati personali che sono in contrasto con i valori democratici e lo stato di diritto. Inoltre, la Dichiarazione stabilisce una serie di principi in base ai quali i governi possono accedere ai dati personali detenuti dalle organizzazioni.

Questi includono, i dettagli della Dichiarazione:

  • base giuridica: quadri giuridici che stabiliscono le finalità, le condizioni, le limitazioni e le garanzie relative all'accesso, in modo tale che le persone abbiano garanzie sufficienti contro il rischio di uso improprio e abuso;
  • finalità legittime: i governi cercano l'accesso solo per finalità determinate e legittime, e non cercano dati personali allo scopo di sopprimere o appesantire critiche o dissensi, o svantaggiare persone o gruppi esclusivamente sulla base di particolari caratteristiche;
  • approvazioni: requisiti di approvazione preventiva per l'accesso del governo ai dati personali per garantire che l'accesso sia condotto in conformità con standard, regole e processi e che siano previsti requisiti di approvazione più severi per gravi interferenze, mentre le decisioni dovrebbero anche essere documentate;
  • trattamento dei dati: l'accesso ai dati personali deve essere gestito solo da personale autorizzato e i controlli e i requisiti interni devono essere utilizzati per prevenire la perdita o l'accesso non autorizzato;
  • trasparenza: garantire che il quadro giuridico generale per l'accesso del governo sia chiaro e facilmente accessibile e che esistano meccanismi per fornire trasparenza sull'accesso del governo, con tali meccanismi che includono la comunicazione pubblica da parte degli organi di controllo sul rispetto di tali requisiti;
  • supervisione: garantire una supervisione efficace e imparziale per il rispetto del quadro giuridico, compresi gli uffici di conformità interni, i tribunali e le commissioni parlamentari o legislative; e
  • ricorso: garantire che le persone dispongano di un effettivo ricorso giudiziario e stragiudiziale per identificare e porre rimedio alle violazioni del quadro giuridico nazionale, tenendo conto della necessità di preservare la riservatezza della sicurezza nazionale e delle attività di contrasto.

Accordo storico adottato sulla tutela della privacy nelle forze dell'ordine e sull'accesso ai dati sulla sicurezza nazionale

I paesi dell'OCSE hanno adottato oggi il primo accordo intergovernativo sugli approcci comuni alla salvaguardia della privacy e di altri diritti e libertà umani nell'accesso ai dati personali per finalità di sicurezza nazionale e di applicazione della legge.

La dichiarazione dell'OCSE sull'accesso del governo ai dati personali detenuti da entità del settore privato cerca di migliorare la fiducia nei flussi di dati #transfrontalieri, che sono fondamentali per la trasformazione digitale dell'economia globale, chiarendo in che modo le forze dell'ordine e la sicurezza nazionale possono accedere ai dati personali nell'ambito dei quadri giuridici esistenti. Segna un importante impegno politico da parte dei 38 paesi dell' #OCSE e dell'Unione Europea che lo hanno sottoscritto durante la riunione ministeriale dell'economia digitale dell'OCSE del 2022 . La Dichiarazione è aperta anche all'adesione di altri paesi.

“Essere in grado di trasferire dati oltre confine è fondamentale in questa era digitale per tutto, dall'uso dei social media al commercio internazionale e alla cooperazione su questioni sanitarie globali. Tuttavia, senza principi e garanzie comuni, la condivisione dei dati personali tra giurisdizioni solleva problemi di privacy, in particolare in aree sensibili come la sicurezza nazionale", ha affermato il segretario generale dell'OCSE Mathias Cormann, lanciando la dichiarazione durante la riunione ministeriale dell'economia digitale dell'OCSE. “L'accordo storico di oggi riconosce formalmente che i paesi dell'OCSE sostengono standard e salvaguardie comuni. Contribuirà a consentire i flussi di dati tra le democrazie dello stato di diritto, con le salvaguardie necessarie per la fiducia degli individui nell'economia digitale e la fiducia reciproca tra i governi per quanto riguarda i dati personali dei loro cittadini".

La Dichiarazione, che rifiuta qualsiasi approccio all'accesso del governo ai dati personali incompatibile con i valori democratici e lo stato di diritto, è il risultato di due anni di lavoro dell'OCSE con un gruppo di esperti nazionali in protezione dei dati, sicurezza nazionale e applicazione della legge . Il progetto è scaturito dalla crescente preoccupazione che l'assenza di principi comuni nei settori sensibili delle forze dell'ordine e della sicurezza nazionale potesse portare a restrizioni indebite sui flussi di dati. Un altro fattore motivante è il desiderio di aumentare la fiducia tra i sistemi democratici dello stato di diritto che, sebbene non identici, condividono significativi punti in comune.

La Dichiarazione integra le Linee guida dell'OCSE sulla privacy , uno dei risultati di punta dell'OCSE che risale al 1980 e la base delle norme sulla privacy di molti paesi. Ultimamente aggiornate nel 2013, le linee guida sulla privacy forniscono un punto di riferimento comune per la protezione dei dati personali e mirano a facilitare i flussi di dati transfrontalieri sostenendo nel contempo i valori democratici, lo Stato di diritto e la protezione della privacy e di altri diritti e libertà. Fondamentalmente, tuttavia, consentono eccezioni per motivi di sicurezza nazionale e di applicazione della legge. Questa nuova Dichiarazione articola una serie di principi condivisi che riflettono i punti in comune tratti dalle leggi e dalle pratiche esistenti dei membri dell'OCSE e si completano a vicenda nella protezione della privacy e di altri diritti umani e libertà.

I principi stabiliscono come i quadri giuridici regolano l'accesso del governo; gli standard legali applicati quando si richiede l'accesso; come viene approvato l'accesso e come vengono gestiti i dati risultanti; così come gli sforzi dei paesi per fornire trasparenza al pubblico. Affrontano anche alcune delle questioni più spinose, come la supervisione e la riparazione, che per molti anni si sono rivelate impegnative per le discussioni politiche. ( Vedi il testo ufficiale completo .)

La Dichiarazione sull'accesso del governo è un'importante pietra miliare nel lavoro dell'OCSE per sostenere i paesi nella promozione della fiducia nei flussi di dati transfrontalieri. La Dichiarazione integra il progetto Going Digital dell'OCSE, che nella sua fase attuale e terza si concentra sulla governance dei dati per la crescita e il benessere e offre soluzioni basate su prove alle sfide critiche della governance dei dati che i paesi devono affrontare. I risultati di questa fase del progetto, conclusi alla riunione ministeriale, includono la Going Digital Guide to Data Governance Policy Making e il report Going Digital to Advance Data Governance for Growth and Well-being .

Scopri di più sulla riunione ministeriale dell'economia digitale dell'OCSE del 2022 .

Per ulteriori informazioni, i giornalisti sono invitati a contattare Catherine Bremer presso l'Ufficio stampa dell'OCSE (+33 1 45 24 80 97).

Lavorando con oltre 100 paesi, l'OCSE è un forum politico globale che promuove politiche per preservare la libertà individuale e migliorare il benessere economico e sociale delle persone in tutto il mondo.

Anche disponibile

Dichiarazione sull'accesso del governo ai dati personali detenuti da entità del settore privato/ Scienze e tecnologia

NOI MINISTRI E RAPPRESENTANTI DI Australia, Austria, Belgio, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Corea , Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Messico, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e Unione europea, si sono riuniti a l'isola di Gran Canaria in Spagna, il 14-15 dicembre 2022, sotto la guida della Spagna in qualità di presidente ministeriale e con Danimarca, Giappone, Türkiye, Regno Unito e Stati Uniti in qualità di vicepresidenti, per la riunione della commissione per Digital Economy Policy (CDEP) a livello ministeriale nell'ambito del tema "Guidare la ripresa a lungo termine e la crescita economica costruendo un ambiente affidabile, sostenibile,e futuro digitale inclusivo”. Vedi la dichiarazione ufficiale completa



Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / L'OCSE p...personali