Lunedì
15:36:03
Aprile
04 2022

Progetto UNICORE: 33 Università italiane accoglieranno 69 studenti rifugiati da Camerun, Niger e Nigeria

Partecipa anche l’Università di Parma

View 795

word 479 read time 2 minutes, 23 Seconds

Parma - Sono 33 le Università italiane che parteciperanno alla quarta edizione del progetto UNICORE – University corridors for Refugees per dare la possibilità a 69 rifugiati di proseguire il loro percorso accademico in Italia. Tra queste anche l’Università di Parma. Gli studenti saranno selezionati sulla base del merito e della motivazione, attraverso un bando pubblico lanciato nei giorni scorsi.

Il progetto offre ai rifugiati l’opportunità di arrivare in Italia in maniera regolare e sicura per proseguire gli studi, in linea con l’obiettivo dell’UNHCR, Agenzia ONU per i Rifugiati, di rafforzare i canali di ingresso regolari per rifugiati e di raggiungere un tasso del 15% di iscrizione a programmi di istruzione terziaria nei paesi di primo asilo e nei paesi terzi entro il 2030.

Il progetto UNICORE è nato nel 2019 con una prima fase pilota durante la quale sei studenti sono stati accolti da due atenei, per poi espandersi con la partecipazione di 20 e 45 studenti nel 2020 e nel 2021 rispettivamente. Nella sua quarta edizione il progetto si allarga nuovamente per includere per la prima volta rifugiati residenti in Camerun, Niger e Nigeria.

Collaborano al progetto il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, UNHCR, Caritas Italiana, Diaconia Valdese e Centro Astalli, oltre ad un’ampia rete di partner locali che assicureranno il supporto necessario agli studenti durante il programma di laurea magistrale della durata di due anni e favoriranno la loro integrazione nella vita universitaria.

Siamo felici di poter annunciare l’espansione quest’anno del progetto #UNICORE a rifugiati residenti in Camerun, Niger e Nigeria”, ha dichiarato Chiara Cardoletti, Rappresentante UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino. “Grazie all’impegno delle università italiane 71 studenti rifugiati erano già arrivati Italia nei primi tre anni di progetto e poter raddoppiare questo numero è davvero un risultato straordinario ed un esempio per gli altri paesi europei”.

Il bando chiuderà il 29 aprile 2022 e può essere consultato sul sito universitycorridors.unhcr.it

Le università partecipanti nel 2022 sono:

1. Università di Bari

2. Università del Sannio di Benevento

3. Università di Bergamo

4. Università di Brescia

5. Università di Cagliari

6. Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli" di Caserta

7. Università di Catania

8. Università degli Studi "G. d'Annunzio" Chieti - Pescara

9. Università di Firenze

10. Università degli studi dell'Aquila

11. Università del Salento, Lecce

12. Università di Messina

13. Università Statale di Milano

14. Università di Milano Bicocca

15. Università di Milano Bocconi

16. Politecnico di Milano

17. Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

18. Università degli Studi di Napoli L'orientale

19. Università di Palermo

20. Università degli Studi di Padova

21. Università di Parma

22. Università per stranieri di Perugia

23. Università di Pisa

24. Luiss Guido Carli Roma

25. Università di Roma, La Sapienza

26. Università di Siena

27. Università per Stranieri di Siena

28. Università di Torino

29. Politecnico di Torino

30. Università Iuav di Venezia

31. Università del Piemonte Orientale, Vercelli

32. Università di Verona

33. Università degli Studi della Tuscia Viterbo


Source by UNIPR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Progetto...e Nigeria